Anatomia delle confezioni in cartone Tetra Pak®

Da quando abbiamo iniziato, oltre 70 anni fa, a oggi, le nostre confezioni sono sempre in costante evoluzione. Allora, come adesso, il cartone è il materiale principale utilizzato per produrre le nostre confezioni in cartone. Lo utilizziamo in quantità sufficiente per rendere la confezione stabile, senza però aggiungere peso inutile. Il cartone è realizzato in fibra di cellulosa, una risorsa rinnovabile che, se gestita in modo responsabile, ricresce.

Anatomia delle confezioni in cartone Tetra Pak®

Da quando abbiamo iniziato, oltre 70 anni fa, a oggi, le nostre confezioni sono sempre in costante evoluzione. Allora, come adesso, il cartone è il materiale principale utilizzato per produrre le nostre confezioni in cartone. Lo utilizziamo in quantità sufficiente per rendere la confezione stabile, senza però aggiungere peso inutile. Il cartone è realizzato in fibra di cellulosa, una risorsa rinnovabile che, se gestita in modo responsabile, ricresce.

Verso la confezione alimentare più sostenibile al mondo1

Nel 2018, abbiamo iniziato a ristrutturare la nostra strategia di innovazione della gamma di confezionamento partendo dalla visione della confezione ideale per bevande in cartone: una realizzata completamente con materiali rinnovabili o riciclati da fonti gestite in maniera responsabile, completamente riciclabili e ad emissioni zero. Nel 2019, abbiamo notevolmente accelerato le nostre attività di sviluppo e aumentato i nostri investimenti al fine di realizzare questa visione, concentrandoci su diversi flussi di lavoro, ad esempio sull'aumento della percentuale di materiali rinnovabili o sull'utilizzo di carta e polimeri riciclati certificati nei nostri materiali di confezionamento.

1 Ciò significa creare confezioni in cartone realizzate interamente con materiali rinnovabili o riciclati provenienti da fonti responsabili, che aiutino quindi a proteggere e ripristinare il clima, le risorse e la biodiversità del nostro pianeta, contribuiscano a rendere la produzione e la distribuzione neutrali in termini di emissioni di carbonio, che siano comode e sicure allo scopo di sostenere un sistema alimentare resiliente e che siano completamente riciclabili.