Repubblica Dominicana: il potere delle partnership

La Repubblica Dominicana presenta un esempio di come Tetra Laval Food for Development ha sviluppato una partnership pubblico-privato a sostegno del programma di alimentazione nelle scuole condotto dal Ministero della Pubblica Istruzione.

Abbiamo compiuto quattro missioni nell'ambito dell'assistenza tecnica, nel 2007, nel 2009, nel 2011 e nel 2013, durante le quali abbiamo condiviso le best practice del programma di alimentazione nelle scuole di tutto il mondo.  Nell'ambito degli interventi di supporto, abbiamo inoltre sottoscritto una Lettera di intenti con l'ufficio regionale del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite in America Latina e Caraibi al fine di rafforzare il supporto tecnico e condividere gratuitamente la nostra esperienza nei programmi di alimentazione nelle scuole in tutto il mondo. Abbiamo inoltre collaborato con LA-RAE (Latin American School Feeding Network, rete di alimentazione scolastica latino americana). Tale collaborazione ha prodotto sinergie positive a supporto del mutuo scambio di informazioni e ha favorito una comprensione più profonda delle reciproche conoscenze e capacità.

Scolari, ragazzo che beve latte in una scuola

Nel giugno 2011, il Programma alimentare mondiale ha sponsorizzato un seminario congiunto e ha invitato tutte le parti interessate coinvolte nel programma di alimentazione nelle scuole a partecipare attivamente come team per concordare obiettivi e azioni di miglioramento comuni. In qualità di componente chiave del seminario, il Programma alimentare mondiale ha utilizzato i propri 8 standard di qualità previsti per i programmi di alimentazione nelle scuole come piattaforma comune per aiutare a guidare tutte le parti interessate nel processo.  

L'assistenza tecnica e i seminari hanno evidenziato i punti di forza del programma e le aree chiave per il miglioramento. Alcune conclusioni sono state incentrate sulla produzione locale e sull'acquisto dei prodotti dai fornitori locali, su una maggiore supervisione e sull'implementazione di un software sistematizzato che raccoglie dati per dimostrare l'impatto positivo del programma di alimentazione nelle scuole.

Di conseguenza, il governo ha intrapreso azioni importanti, tra cui l'elaborazione di manuali di esecuzione per tutte le scuole e i supervisori dei programmi, mirati a fornire indicazioni e strumenti per garantire l'esecuzione delle migliori pratiche come processo comune. Altri notevoli miglioramenti sono stati lo sviluppo di protocolli di controllo della qualità e della sicurezza degli alimenti nella distribuzione e nel consumo dei prodotti. È stata inoltre avviata la raccolta di dati volti a dimostrare l'impatto nutrizionale e i miglioramenti sul rendimento correlati al programma. È stata inoltre rafforzata la supervisione del programma ed è stato raggiunto un coinvolgimento maggiore da parte della comunità, che era una delle più importanti priorità per il governo.  

Complessivamente, il supporto ha fornito una migliore strutturazione e un migliore controllo della qualità al programma e ha reso più semplice la comprensione degli effetti ottenuti. Il Ministero della Pubblica Istruzione ha ora sviluppato un database di informazioni per il programma di alimentazione nelle scuole, che sarà lo strumento utilizzato per la gestione dell'intero processo.

Di conseguenza, alla fine del 2012, il governo ha approvato una legge che istituzionalizza il programma e garantisce il finanziamento del programma di alimentazione nelle scuole a livello nazionale sotto la direzione dell'INABIE (National Institute of Student Wellbeing, Istituto nazionale per il benessere degli studenti).  

Una delle principali operazioni effettuate a seguito del seminario è stata la realizzazione di uno studio di riferimento compiuto dal governo volto a misurare l'impatto nutrizionale del programma di alimentazione nelle scuole. Lo studio è stato condotto dal CENISMI (National Center for Maternal & Infant Scientific Research, Centro nazionale per la ricerca scientifica materna e infantile) in collaborazione con l'INCAP e le agenzie delle Nazioni Unite (Programma alimentare mondiale, UNICEF e UNDP). Tale studio ha segnato un traguardo importante nell'analisi dell'applicazione dei diversi suggerimenti forniti all'INABIE nell'ambito della partnership. Di seguito sono illustrati alcuni dei risultati più significativi:

  • Riduzione dell'anemia dal 43,9% al 16,7% nei bambini di età compresa tra i 6 e i 14 anni.
  • La malnutrizione cronica è stata ridotta dal 19,4% all'1,9% (dati antropometrici).
  • Il 12,6% dei bambini presentava una carenza di vitamina B12. In America Latina, tale percentuale è in media pari al 22%.
  • Solo il 7,2% dei bambini presentava una presenza di vitamina A inferiore al normale.
  • Sono stati presi dati di controllo per la quantità di vaccinazione antitubercolare e sono state documentate le abitudini alimentari dei bambini a casa. 
  • Il 93,6% delle associazioni di genitori e insegnanti intervistate ha indicato come positivi i miglioramenti apportati al programma. 

Il Governo ha pubblicato lo studio sui principali quotidiani, tramite comunicati stampa e lo ha distribuito alle ONG.

L'Istituto nazionale per il benessere degli studenti del Ministero della Pubblica Istruzione ha riconosciuto che il Programma alimentare mondiale e Tetra Laval Food for Development Office hanno svolto un ruolo fondamentale nel favorire i cambiamenti che si sono verificati nel proprio programma di alimentazione nelle scuole dal 2007. Grazie alla valutazione dell'impatto, il governo è stato in grado di dare priorità ai finanziamenti destinati al programma di alimentazione nelle scuole, che ora è il maggiore programma sociale del paese. Questa collaborazione dimostra il grande valore della partnership e della condivisione delle conoscenze.

Al programma "colazione nelle scuole" della Repubblica Dominicana partecipano attualmente 1.473.222 studenti di 5.145 scuole primarie in tutto il paese. Il programma è correlato alla produzione agricola locale, mediante cui vengono acquistati più di 50 milioni di litri di latte dagli allevatori del settore lattiero-caseario.