2020-08-31
KENYA

Il programma latte nelle scuole aumenta i tassi di iscrizione in Kenya

Bambine a scuola in Kenya mentre bevono latte

La sfida

La sicurezza degli alimenti e la nutrizione sono sfide importantissime in Kenya. Secondo il World Food Programme, i livelli di malnutrizione sono al 29% per i bambini nelle aree rurali, mentre sono il 20% di quelli che vivono nelle città soffrono di disturbi nella crescita. Secondo l'UNESCO, i tassi di iscrizione scolastica rimangono ancora una sfida al 75%, anche se c'è stato qualche miglioramento negli ultimi anni.

Nel frattempo, il Kenya ha accesso a un'eccellente fonte di nutrimento, classificandosi al 34° posto nel mondo nella produzione di latte. Secondo il Kenya Dairy Board, ci sono circa 1,8 milioni di piccoli allevatori con una produzione di 5,2 miliardi di litri di latte all'anno. Tuttavia, l'80% della produzione totale di latte è ancora prodotto da piccoli allevatori che non hanno accesso formale al mercato. Anche il settore lattiero-caseario soffre di una scarsa qualità del latte e di una bassa produttività con una resa media per mucca di quattro o cinque litri/giorno.

L'iniziativa

I programmi per il latte nelle scuole in tutto il mondo hanno dimostrato di poter migliorare la frequenza scolastica e la nutrizione e rafforzare la catena del valore del settore lattiero-caseario locale. Imparando dalle storie di successo in tutto il mondo, i governi delle contee locali hanno lavorato in collaborazione con il Kenya Dairy Board e le aziende lattiero-casearie locali per avviare programmi di latte nelle scuole in cinque contee, coprendo 1.767 scuole. Gli obiettivi erano combattere la malnutrizione, aumentare i tassi di iscrizione scolastica e fornire agli agricoltori l'accesso al mercato del latte. Sono stati messi in atto piani per misurare l'impatto del programma latte nelle scuole al fine di convalidare i progressi.

Un'altra parte importante dell'iniziativa è stata quella di procurarsi il latte dai piccoli agricoltori. C'è la partecipazione attiva di Meru Dairy, NKCC, Gihunguri Dairy e Brookside Dairy, che stanno fornendo latte UHT alle scuole, offrendo ai bambini una grande fonte di alimentazione sicura. Tetra Pak e Tetra Laval Food for Development stanno fornendo assistenza tecnica e formazione a questi piccoli agricoltori.​

Il valore

I dati relativi all'impatto stanno mostrando risultati significativi. Ad esempio, le scuole che hanno attuato un programma latte nelle scuole hanno visto aumenti dei tassi di iscrizione fino al 55 percento nella contea di Nairobi, del 25 percento nella contea di Mombasa, del 20 percento nella contea di Meru e del 14 percento nella contea di Embu rispetto alle scuole che non attuano il programma.

Altri vantaggi includono bambini più motivati e attenti, migliori tassi di transizione dalla scuola a casa alla scuola formale, meno malattie nei giorni del latte e una partecipazione più attiva alle attività sul campo.

"Esiste un forte legame tra l'industria lattiero-casearia e il settore dell'istruzione. Oltre a fornire un'alimentazione di qualità agli alunni delle scuole, il latte fornisce un reddito ai genitori che sono quindi in grado di pagare le tasse scolastiche e di adempiere ad altri obblighi educativi", afferma Anthony Ian Mutugi, presidente del Kenya Dairy Board.

Uno sguardo al futuro

Attualmente, i programmi latte nelle scuole sono attivi in sette delle 47 contee del Kenya. Esiste la possibilità di ampliare il numero di contee e di iscrivere più bambini nelle scuole, portando a una migliore istruzione e nutrizione per una popolazione più ampia.

Anche il consumo di latte e latticini aumenterà a lungo termine e aiuterà a crescere il settore lattiero-caseario locale. La crescita del programma ha un grande potenziale per promuovere l'istruzione e supportare lo sviluppo dell'intera catena del valore del settore lattiero-caseario.​​